Come la corretta vagliatura dei rifiuti legnosi contribuisce alla produzione di pannelli in MDF di alta qualità

Il Medium-density fiberboard (MDF), o fibra a media densità, è diventato uno dei materiali più utilizzati nell’industria globale delle costruzioni che, grazie alla sua versatilità, lo rende un materiale impiegabile anche nei settori dell’arredamento e del design d’interni. Quasi tutti i mobili che acquistiamo al giorno d’oggi sono realizzati in pannelli MDF con materiale proveniente da legno riciclato o grezzo. Questo prodotto in legno, apparentemente facile da fabbricare, ha guadagnato popolarità per la sua durabilità, economicità e adattabilità e, negli ultimi anni, ha contribuito alla crescita del mercato. Con questo articolo vorremmo esplorare lo stato attuale del mercato globale dei pannelli in MDF, le fonti di produzione e mostrarti il vaglio stazionario Hexact al lavoro con il legno in un impianto produttivo italiano. Entriamo nel vivo dell’argomento.

Fibra a media densità o MDF: cos’è?

La nascita del pannello in fibra a media densità risale a quasi 100 anni fa, in California, dove William Mason, nel tentativo di trovare un metodo per utilizzare il cippato di scarto, una sera dimentica di spegnere i macchinari. Il giorno dopo, ciò che trova è un materiale già compattato in una sottile lastra resistente che la macchina aveva continuato a lavorare durante la notte. L’MDF viene, infatti, creato oggi scomponendo le fibre di legno e unendole con la resina, il tutto viene poi compresso nei pannelli.

Quanto è grande il mercato dei pannelli MDF?

Secondo l’ultimo rapporto di Research and Markets, il mercato globale dei pannelli MDF sta vivendo una crescita costante, trainata dall’aumento della domanda e del consumo nell’industria delle costruzioni e dell’arredamento. L’aumento dell’urbanizzazione e l’incremento della domanda di materiali da costruzione sostenibili ed economici sono gli altri due fattori chiave per la crescita del mercato. Entro il 2030, si prevede che le dimensioni del mercato raggiungano i 67,64 miliardi di dollari con un CAGR del 6,9%.

In termini di mercati di produzione, secondo i dati del 2017, la Cina è il maggior produttore di pannelli in MDF, mentre Turchia e Germania sono in testa in Europa. Ora resta una sola domanda: da dove proviene tutto il legno per la produzione dei pannelli?

Processo di produzione dei pannelli MDF: legno di scarto o legno vergine?

Vengono utilizzati entrambi, poiché il processo di produzione dei pannelli MDF si basa sulle fibre di legno come componente chiave. L’industria sta abbracciando sempre più le fibre di legno riciclate come alternativa sostenibile al legno vergine, ma la verità è che anche le materie prime sono molto utilizzate. Alcuni rapporti affermano che, almeno in Europa, i pannelli MDF sono realizzati principalmente con materiali riciclati, sempre la soluzione preferibile. Quando possibile, questo approccio sostenibile non solo riduce la domanda di legno vergine, ma minimizza anche l’impatto ambientale associato al disboscamento.

D’altra parte, alcuni pannelli di fibre di legno a media densità sono ancora prodotti utilizzando materie prime, tipicamente provenienti da foreste gestite in modo sostenibile. Un rapporto finanziato dall’Unione Europea nel 2022 afferma che oggi “non esiste un metodo commercialmente valido per riciclare i pannelli di fibra post-consumo in nuovi pannelli di fibra. Di conseguenza, i pannelli di fibre sono prodotti per lo più con legno vergine raffinato, cioè legno raccolto da foreste e residui di lavorazione delle segherie e della produzione di compensato”. Tuttavia, i pannelli di fibre post-consumo possono essere trasformati in altri prodotti industriali, quindi sempre meno rifiuti provenienti dal legno dovrebbero giungere in discarica. Con l’evoluzione del mercato, la percentuale di legno riciclato per la produzione di MDF continuerà probabilmente ad aumentare, rafforzando ulteriormente l’impegno dell’industria verso la sostenibilità. Come trattare e preparare al meglio il legno proveniente da scarti per una produzione di pannelli in fibra di media densità di qualità?

L’importanza della vagliatura dei rifiuti legnosi per la produzione dei pannelli MDF

Per la produzione dei pannelli medium density fibreboard è di centrale importanza l’utilizzo di soluzioni di vagliatura innovative nel processo di riciclo e trattamento del legno per l’ottenimento di fibre riciclate di alta qualità. Il vaglio svolge un ruolo cruciale nel garantire che le fibre di legno soddisfino le specifiche di qualità e di efficienza produttiva richieste per la produzione dei pannelli MDF. La vagliatura meccanica del legno di scarto fornisce un processo di pulizia approfondito per separare il materiale necessario da elementi contaminanti quali sporcizia, aggregati, plastica e altre impurità. Inoltre, poiché il legno proveniente da scarti non è mai un materiale omogeneo, viste le numerose applicazioni e fonti, il vaglio è in grado di separare il materiale in diverse frazioni in base alle esigenze dell’operatore.

Vediamo un breve caso studio riguardante due vagli stazionari Ecostar, un Hexact 8000 e un Hexact 6000, attivi in un impianto di produzione di pannelli di fibre di legno a media densità e i relativi vantaggi per l’operatore dell’impianto.

  • Alta produzione. Il cliente tratta circa 60 T/H di rifiuti di legno di dimensioni non omogenee. In genere, un sistema di vagliatura Hexact 8000 può trattare fino a 200 T/H di legno, operando ad alta velocità di 1 m/sec, in modo da trattare il legno in modo rapido ed efficace.
  • Vagliatura a più frazioni con entrambi i vagli: il primo vaglio, Hexact 8000 separa il legno proveniente dagli scarti e misto a materiali indesiderati come plastica, stracci e altro, in due frazioni:
  1. 0-50 mm destinata alla produzione di MDF;
  2. > 50 mm trattata da un altro trituratore. Il vaglio Hexact 6000 tratta quest’ultima frazione, già lavorata dal trituratore, ulteriormente per eliminare eventuali elementi contaminanti come plastica, stracci, carta e inerti dal legno e ottenere così un’ulteriore frazione fine che continua il suo ciclo nell’impianto di produzione. La vagliatura del legno assicura una dimensione coerente delle particelle, conforme ai requisiti del cliente, che possono essere impiegate subito nel processo di produzione dell’MDF contribuendo anche alla durata e alle prestazioni complessive del prodotto finale.
  •  Ridotto consumo energetico. Entrambi i vagli sono dotati di motori elettrici da 7,5 kW (4 per l’Hexact 8000 e 2 per l’Hexact 6000). Grazie alla tecnologia DDS (Dynamic Disc Screening), i sistemi di vagliatura Ecostar beneficiano di un basso consumo energetico che raggiunge i 22,5 kW per 100 T/H di rifiuti di legno trattati.
  • Ridotta usura del trituratore. Inserire un sistema di vagliatura precedente al trituratore, consente di ridurre a quest’ultimo il 30% dell’usura grazie all’attività di ridimensionamento del materiale da parte del vaglio.

L’operato del vaglio ha un grande impatto sulla qualità delle fibre di legno finali che vengono impiegate per la produzione di pannelli MDF, perciò la tecnologia scelta per svolgere correttamente il lavoro è di estrema importanza. Siamo curiosi di vedere quale sarà la direzione del mercato della produzione di pannelli in MDF nei prossimi anni e quanto legno proveniente dagli scarti verrà sempre più impiegato.

Se sei alla ricerca di un sistema di vagliatura per il tuo impianto e sei curiosi di saperne di più sui nostri prodotti, non esitate a metterti in contatto con uno dei nostri esperti. Puoi lasciarci un messaggio qui e ti contatteremo al più presto.