Tutto pronto per IFAT Monaco 2024, dove presenteremo le nuove funzionalità integrate

In genere, l’uso di vagli mobili per il trattamento dei materiali in loco è piuttosto comune, soprattutto in settori come costruzioni e demolizioni, il recupero dei materiali dalle discariche e la gestione dei rifiuti all’aperto o al chiuso, ma anche in operazioni su piccola scala, ambienti remoti o quando si opera in diversi siti. La flessibilità, l’efficienza in termini di costo del trasporto e l’adattabilità a vari ambienti, rende il vaglio mobile una scelta eccellente per beneficiare della massima produttività. L’esperienza di oltre 27 anni nella costruzione di macchinari per il trattamento di ogni tipologia di rifiuto e di soluzioni vaglianti per oltre 49 paesi, ci ha permesso di progettare un sistema mobile dalla flessibilità imbattibile e, da oggi, dalle nuove funzionalità derivanti dalla continua ricerca e sviluppo del prodotto.

In questo articolo vedremo una parte di queste nuove funzionalità già integrate nel vaglio che, combinate alla tecnologia brevettata DDS (Dynamic Disc Screening), offriranno ulteriori vantaggi agli operatori del settore del riciclo.

Un vaglio mobile dalla maggiore flessibilità e produttività grazie a SMART HOPPER

La tramoggia dalle dimensioni più elevate consente all’operato di incrementare la capacità produttiva: si passa dai tradizionali 4 m3 fino a 7 m3 garantendo così una maggiore flessibilità del vaglio. La tramoggia può essere ritirata per facilitarne il trasporto, in caso di utilizzo del vaglio in più siti operativi ed è dotata di una coclea dosatrice che facilita il lavoro del vaglio in linea o in loop con i trituratori.

Infine, il vaglio è in grado di modificare la sezione di vagliatura in tempo reale passando da 3 a 2 frazioni o viceversa con una semplice operazione dalla console di controllo. La frazione oversize può essere ritrattata con un trituratore, permettendo così agli operatori di risparmiare sui costi di gestione.

Nuove funzionalità per la vagliatura di materiali pesanti e appiccicosi

I materiali pesanti e appiccicosi presentano diverse sfide nel processo di riciclaggio. In casi estremi mettono a dura prova la macchina e in altri ancora ne compromettono la qualità del materiale finale contaminandolo, con conseguente impatto sull’efficacia della separazione, oltre a influire sui tassi complessivi di riciclaggio. Per supportare al meglio gli operatori del settore, Ecostar ha dotato il vaglio Hextra di nastri con un’inclinazione massima di 22°, particolarmente efficaci per i materiali pesanti, nuove configurazioni della frazione fine e media del piano di vagliatura per materiali come compost, biomassa o legno e di nuovi alberi progettati appositamente per i rifiuti molto appiccicosi.

Nuove funzionalità per operare in ambienti ad alta temperatura e per un movimento in loco ancor più facilitato

Che si tratti di ambienti interni o esterni, le alte temperature possono mettere a dura prova il processo di riciclaggio e i sistemi, causando una riduzione della velocità di lavorazione, maggiore contaminazione da inquinamento e polvere e un maggiore consumo energetico. Per tali ragioni, è stato progettato un nuovo sistema di condizionamento dell’aria, ventilazione e raffreddamento per prevenire il surriscaldamento e mantenere una temperatura operativa ottimale. In aggiunta, anche il sistema idraulico è stato oggetto di un aggiornamento per gestire ancora meglio la macchina in loco o in caso di trasporto.

Guarda il vaglio mobile, Hextra, all’opera in ambienti diversi con i materiali RSU, C&I e compost.

Il vaglio mobile Hextra è specializzato nella separazione del compost dai rifiuti organici

Osserva qui come il vaglio mobile HEXTRA è in grado di separare in autonomia il composto dai rifiuti organici, sia secchi che umidi, in tre frazioni da 0-20 mm, 20-70 mm e oltre i 70 mm in un impianto nel nord Italia. Il sistema di vagliatura è dotato di una particolare coclea nella fase di alimentazione progettata appositamente per il trattamento del compost e ha il compito di scomporre il materiale prima che questo cada sulla superficie di vagliatura. In questo modo, l’impatto sulla superficie del vaglio viene ridotto drasticamente facilitando una separazione corretta del materiale fin dal primo albero.

Il vaglio mobile Hextra all’opera con i rifiuti industriali e in linea con il trituratore

Ecco qui un ottimo esempio del vaglio mobile che lavora in linea con un trituratore, dotato di SMART HOPPER che riceve i rifiuti dall’Inventhor. La macchina è dotata della tecnologia brevettata DDS (Dynamic Disc Screening) e separa il materiale in 3 frazioni.

Il vaglio mobile Hextra attivo nella bonifica delle discariche

Questo è un chiaro esempio di come il vaglio Hextra opera in una discarica, dove tipicamente sono presenti materiali di ogni tipologia, spesso lunghi e filamentosi, che bloccano i vagli tradizionali e incidono così sulla produttività. Grazie alla tecnologia DDS anti-attorcigliamento e anti-intasamento, Hextra separa efficacemente in due frazioni gli inerti dai materiali lunghi e filamentosi che scorrono lungo la superficie vagliante senza attorcigliarsi attorno agli alberi e consentendo così di ottimizzare i tempi di produzione e ridurre gli interventi di manutenzione. Infine, ogni vaglio Ecostar è dotato unicamente di dischi realizzati in Hardox, un materiale altamente resistente soprattutto all’impatto con rifiuti particolarmente pesanti come grandi pietre e rocce.

Queste sono solo alcune delle nuove funzionalità progettate per il vaglio mobile Hextra. Visitaci ad IFAT Monaco e scopri tutte le caratteristiche dal vivo. Allo stand Ecostar ci saranno l’Hextra e un team di esperti ad aspettarti per mostrarti tutti i dettagli della macchina e per individuare la soluzione di vagliatura più adatta per il tuo materiale.

Se desideri un incontro con un esperto e un biglietto d’ingresso alla fiera, poi richiederli qui!